Cronache da un Volo IFR

10 agosto 2018da tarabusi0
IMG_5095-1280x960.jpg

Dopo il rientro dagli States Capitan Cherokee aveva bisogno di dimostrare al pilota di 767 libanese che anche il ns “Cherokee” poteva fare meraviglie.

Armato delle piu’ recenti tecnologie avioniche e stampate tutte le cartine e notam possibili ecco il volo del riscatto: Modena – Cannes Mandelieu in IFR. Tutto pianificato alla perfezione. Decollo ore 07:30 zulu salita iniziale e contatto con Bologna Radar  “Capitan Cherokee climbing to Lupos for IFR Pick Up information Victor”. E Bologna impietosamente: “QNH 1009 Salga a discrezione contatti intanto Milano Informazioni poi vede con loro dove arriva…”. Orecchie basse… Di arrivare a Lupos a FL110 non se ne parla proprio… sarà già un miracolo arrivare a 6.000 piedi. Ma Capitan Cherokee è un duro… “Milano Info Capitan Cherokee in salita FL110 for IFR Pick up”. Milano replica:  “Buongiorno mi inserisca intanto un 4602 e continui pure a salire, che quota vuole?”… “FL110”… “Ricevuto Capitano… continui pure, dove vuole l’inserimento? Le ricordo che la minima di aerovia e’ FL 110”. Orecchie Bassissime…. “Faremo a questo punto Pick up su Golas” –  sperando di arrivarci a quella quota…. “Va bene continui e mantenga questa”… Capitan Cherokee continua inesorabile la salita… e raggiunge 9.000 piedi sul Golas alle porte del CTR di Genova “Milano Capitan Cherokee 5 miles to run to Golas passing 9.000 feet climbing”… E Milano… “Guardi la passo con Genova provi con loro… buonagiornata”… Ma Capitan Cherokee è determinato… “Genova Radar buongiorno qui è Capitan Cherokee”… “Ah buongiorno è lei quello dell’inserimento IFR? Guardi la mia minima di settore sono 9.000 piedi se vuole la inserisco ora ma la avviso che tra poche miglia dovrà salire a FL130”. Capitan Cherokee non molla e con voce ferma e sicura “Climbing FL130”. Genova non manca di confermare “Clear to FL130 IFR Now”.

Capitan Cherokee è finalmente in IFR… di toccare il volantino non se ne parla, dita sulle manette per gestire quei 15 giri in piu’ al minuto sull’elica che garantiscono un rateo di salita di 48 piedi al minuto per raggiungere il livello finale…

Con soddisfazione monumentale l’altimetro di bordo segna FL130. Capitan Cherokee ce l’ha fatta! La manifold pressure registra un bel 15.5 pollici di pressione… praticamente quella del Motobecane a tutto gas… (come faccia a stare su è ancora un mistero).

Dopo pochi minuti Genova scandisce il cambio frequenza “Contact Nizza  Approach” e Capitan Cherokee tronfio di entusiasmo in volo IFR esegue “Nizza Approach Bonjour Capitan Cherokee FL130”. La risposta è immediata: “Descend to 2.000 feet QNH 1008 transition level 7.000 clear direct to PIRAM”. Dalle stelle alle stalle in 4 minuti…

Capitan Cherokee sbattuto a 2.000 piedi a 20 miglia sul mare fuori dalla costa… Ma la resa non è tra le opzioni: imposta la discesa e raggiunge il punto quando Nizza richiama: “Turn right 215 to INLOV mantain 2.000 ft”. Eseguire non è un problema… Poco dopo Nizza aggiunge:  “Turn right and mantain heading 262°” Ma… evidentemente visto il traffico si dimenticano poi del Capitano in mezzo al mare con prua 262… Il Capitano è uno tosto… e avendo riguadagnato la costa, vedendo la montagna molto vicino… troppo vicino… “Nizza Radar Capitan Cherokee still on Heading 262”…. “Sorry Captain Make a right turn and intercept Localizer RWY 35 Expect Rwy 17, Call back when established”.

Cleared to Piram

La procedura IFR per pista 17 è simile ad un Circle to Land con un paio di punti intermedi Luxus / Pibon. Il Capitano è preparato ha studiato tutte le opzioni e non si fa cogliere impreparato. Esegue il tutto con perizia  e dopo due ore e 5 minuti di volo (su una tratta che normalmente ne dura 1h 30h) atterra fiero sull’aeroporto di Cannes Mandelieu! E giunto a terra… può andare al festival del Cinema…

tarabusi


Lascia un commento


SOCIAL NETWORKS

Seguici sui Social

Aeroclub Modena è presente sui maggiori canali Social. Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci. Sapremo rispondere puntualmente ad ogni vostra necessità.