EasyJet

14 ottobre 2016

Il 13 ottobre del 2005, esattamente 11 anni fa, arriva l’annuncio dell’avvio di una nuova era nell’espansione delle compagnie low cost in Italia, con un passaggio epocale per il settore: EasyJet apre la sua base a Milano, scegliendo l’hub di Malpensa e avviando un percorso di crescita ininterrotta.

 

Il vettore guidato oggi da Carolyn McCall decide con questa mossa dirompere gli schemi, allontanandosi dal modello che vedeva i vettori low fare dirigersi esclusivamente verso gli scali minori, approdando sul secondo aeroporto italiano in termini di passeggeri per iniziare così a catturare nuove fasce di mercato, in primo luogo il segmento del business travel.

eeaassyy

Un modello poi raccolto, ma diversi anni dopo, anche da Ryanair all’interno del suo piano di ristrutturazione denominato ‘Always Getting Better’.

“Malpensa diventa la 16 esima base della compagnia in Europa – si legge nell’articolo pubblicato 11 anni fa da TTG Italia – e su questo scalo easyJet posizionerà tre nuovi A319, appena ricevuti dall’Airbus; i primi due saranno stanziati a partire dal 27 marzo 2006.

E sempre entro marzo verranno inaugurate 5 nuove rotte verso Londra Gatwick (operativa da dicembre 2005 con 2 frequenze al giorno), Parigi Cdg, Atene, Madrid e Malaga. Nei primi 12 mesi di attività la compagnia si aspetta un traffico passeggeri superiore a un milione 200mila passeggeri su Malpensa”.

Quella di EasyJet si rivelerà, come le cifre degli anni a venire confermano, un’intuizione azzeccata: dall’apertura a fine 2015 sono stati oltre 50 milioni i passeggeri movimentati sul Terminal 2 di Malpensa, cifre che hanno consentito alla compagnia di diventare il terzo vettore in Italia, con 15 milioni di pax annui.

Fonte: www.ttgitalia.com/


9 ottobre 2016

EasyJet: crollano azioni e utili a causa della Brexit.

È la prima volta dal 2009. Viaggiare ed acquistare voli low cost con EasyJet sarà ancora possibile?

EasyJet con Brexit: crollo azioni e utili. E i voli low cost?

Le azioni EasyJet continuano a crollare a causa della Brexit, ossia a causa della decisione del Regno Unito di abbandonare l’Unione Europea.

Prenotare viaggi e voli low cost con EasyJet sarà ancora possibile?

Le azioni EasyJet hanno immediatamente risentito della Brexite la decisione del Regno Unito di lasciare l’Unione Europea ha iniziato a ripercuotersi anche sul settore dei viaggi.

Azioni e utili di EasyJet sono crollati e il futuro della compagnia aerea britannica non appariva così buio dal 2009.

Viaggiare e prenotare voli low cost con EasyJet sarà ancora possibile?
Le compagnie aeree low cost hanno fatto delle tariffe basse il loro cavallo di battaglia.

Molte erano state le previsioni circa il futuro delle compagnie aeree post-Brexit ed EasyJet sembra essere una delle più colpite dalla decisione del Regno Unito.

Azioni e utili della compagnia sono crollati, il che spinge a chiedersi se sarà più possibile viaggiare e prenotare voli low cost con EasyJet dopo la Brexit.

Vediamo come stanno reagendo le azioni EasyJet alla Brexit e quali sono le previsioni per il futuro della compagnia.

Sarà più possibile viaggiare e trovare voli low cost con EasyJet?

EasyJet: crollo azioni con Brexit. E i voli low cost?

Le azioni EasyJet proseguono il trend negativo inaugurato il 23 giugno scorso, giorno in cui la Brexit è diventata una realtà.

Da quel momento le azioni EasyJetnon hanno fatto altro che viaggiare in ribasso e la preoccupazione maggiore è che tali performance si ripercuoteranno su viaggi e voli low cost.

Nel momento in cui si scrive le azioni EasyJet perdono quasi il 6% e viaggiano a quota 947 sterline per azione a causa della Brexit. Le azioni EasyJet non toccavano minimi del genere dal gennaio del 2013.

Tutto ciò fa domandare se sarà ancora possibile viaggiare e trovare voli low cost con EasyJet dopo la Brexit.

EasyJet: giù anche utili con Brexit. Quale futuro per voli low cost?
Dopo le azioni EasyJet, sono gli utili della compagnia a spaventare di più dopo la Brexit.

Per la prima volta dal 2009 EasyJet chiuderà l’anno con utili in calo, il tutto a causa della Brexit e degli attacchi terroristici che ora pesano sul futuro dei voli low cost.

Il crollo della sterlina che ha fatto seguito alla Brexit ha avuto immediate ripercussioni sia sulle azioni EasyJet che sugli utili della società e la domanda che molti si pongono è se sarà ancora possibile viaggiare e trovare voli low cost.

EasyJet ha annunciato che l’utile pre-tasse per l’anno che si è chiuso il 30 settembre si attesterà tra 490-495 milioni di sterline, ossia il 28% in meno rispetto al 2015, mentre gli analisti avevano previsto 516 milioni di sterline.

Crollo EasyJet dopo Brexit: le previsioni della compagnia
Secondo quanto affermato da EasyJet, le cui azioni continuano a sprofondare, per il nuovo anno fiscale l’impatto del deprezzamento della sterlina si aggirerà intorno ai 90 milioni. Il crollo di azioni EasyJet e di utili della compagnia non fa ben sperare.

Ci sarà ancora un futuro per i viaggi e i voli low cost?
Dopo la Brexit era stata la stessa EasyJet a fare previsioni circa il suo futuro.

Nella seconda metà del 2016 l’aspettativa della compagnia aerea inglese, a tassi di cambio costanti, era stata quella di un crollo dei profitti di almeno il 5% rispetto alla seconda metà del 2015.

Le previsioni EasyJet parlavano di almeno 1.000 voli cancellati nel terzo trimestre del 2016 e di un impatto negativo di circa 28 milioni di sterline – quasi 34 milioni di euro.

Nonostante questo, il capo esecutivo di EasyJet Dame Carolyn McCall, aveva tentato di mantenere la calma nel post-Brexit affermando:

“La compagnia continua ad avere fiducia nel suo potenziale anche dopo la decisione del Regno Unito di lasciare l’Unione Europea”.

Previsioni a parte, la Brexit ha riversato tutto il suo potenziale distruttivo sulla compagnia e sulle azioni EasyJet, il che potrebbe ripercuotersi sul futuro di viaggi e voli low cost.

Crollo EasyJet: non solo colpa della Brexit. Quale futuro per voli low cost?

Nel fare le sue previsioni nel post-Brexit, EasyJet aveva però sottolineato tutta un’altra serie di elementi a sfavore delle azioni e dei profitti della compagnia.

I continui scioperi del traffico aereo in Francia, le cattive condizioni meteo, i problemi di congestione dell’aeroporto di Gatwick (Londra) ed un calo nella domanda da parte dei consumatori in seguito alle ultime tragedie in volo come quella di Egyptair: tutti elementi che, secondo EasyJet avrebbero inciso negativamente sulle compagnie di voli low cost.

I dati della compagnia inglese parlano chiaro. Con azioni e utili in calo, quale futuro attende EasyJet e quali prospettive si apriranno per i voli low cost dopo la Brexit?

Fonte: www.forexinfo.it


6 ottobre 2016

Si aprono domani le vendite della stagione primaverile di easyJet.

easy

Il vettore dà il via con largo anticipo al booking per lo schedule del periodo marzo e giugno 2017, rendendo disponibili i voli sull’app mobile e suicanali gds.

Per l’occasione la low cost inserirà nelle prossime settimane anche il nuovo collegamento Milano Malpensa-Stoccolma che sarà operativo dal 26 marzo 2017, con tre frequenze settimanali.

Per le partenze dalle tre basi italiane, precisa poi in una nota il vettore, sarà possibile continuare a prenotare i nuovi voli che inizieranno e essere operativi nei prossimi giorni per tutto l’inverno e che continueranno anche nella stagione primaverile: si tratta delle rotte da Milano Malpensa verso Nantes, da Venezia Marco Polo a Cracovia e Budapest e da Napoli Capodichino a Cracovia.

Fonte:www.ttgitalia.com/


26 agosto 2016

…“Volavano bottiglie”…

Varie testimonianze su Twitter, il volo è arrivato a destinazione con un’ora di ritardo.

easyyyy

Hostess e steward di solito cercano di infondere calma ai passeggeri e di non creare situazioni di panico, in modo da mantenere la calma durante il volo.

 

A quanto pare, questa volta non è andata così: un violento alterco, scattato poco prima della partenza del Londra – Belfast, ha coinvolto due assistenti di volo che hanno iniziato a litigare furiosamente davanti ai passeggeri che guardavano la scena allibiti.

All’origine della lite, strano a dirsi, delle bottigliette d’acqua.
Ancora non si conosce esattamente la dinamica dei fatti, fatto sta che a causa della litigata il velivolo, che stava iniziando la fase di decollo, ha dovuto interrompere l’operazione per rientrare di corsa al gate.
Solo una volta sedato l’alterco e sostituito i due furiosi assistenti, il volo ha avuto l’autorizzazione a ripartire e a portare i passeggeri a destinazione, accumulando in tutto circa un’ora di ritardo.

 

A riprendere l’inusuale scena, postando varie testimonianze su Twitter, l’ex tennista e presentatore televisivo Dan Lobb, molto popolare in Gran Bretagna, che suo malgrado figurava tra i passeggeri che si sono ritrovati a godere di questo spettacolo fuori dal comune.

Fonte:www.fanpage.it/


6 febbraio 2016

Non solo auto elettriche e ibride: entro quest’anno easyJet inizierà la sperimentazione di aerei ibridi.

easy2.0

Spegneranno i motori in fase di rullaggio per sfruttare celle a combustibile e ridurre così i consumi di carburante. Ian Davies, responsabile ingegneria della società, ha dichiarato che grazie agli aerei ibridi easyJet può arrivare a risparmiare fino al 4% all’anno della spesa totale per carburanti, quindi sino a 31 milioni di euro all’anno.

Gli aerei ibridi progettati da easyJet sfruttano l’energia creata durante le frenate del velivolo e anche celle a combustibile: Davies ha dichiarato, come riporta ilFinancial Times, che il prodotto di scarto, cioè l’acqua, potrà essere sfruttata per essere servita ai clienti e anche per le toilette di bordo. Questa soluzione permette di ridurre i costi di carburante e anche le emissioni di diossido di carbonio perché gli aerei ibridi possono spegnere i motori durante tutte le fasi di rullaggio: si calcola che per ogni volo ci siano circa 20 minuti di rullaggio per raggiungere la pista per il decollo e poi all’atterraggio per raggiungere il terminal.

Invece di usare la turbina a gas posta sulla coda dei velivoli, gli aerei ibridi in rullaggio sfrutteranno motori elettrici nelle ruote e anche pannelli fotovoltaici sulla fusoliera per accumulare altra energia durante il volo. La soluzione escogitata risulta molto simile al sistema già impiegato nella Formula 1 in cui l’energia delle frenate accumulata viene poi impiegata quando il pilota necessità più accelerazione.

 

Fonte:www.macitynet.it/


5 gennaio 2016

Con la legge finanziaria del 2016 è diventato ufficiale l’incremento del costo dei biglietti aerei, con un aumento di 2,5 euro sul totale.

easynew

A crescere è la tassa d’imbarco che passerà dagli attuali 6,5 a 9 euro che servirà a finanziare il fondo speciale per gli ammortizzatori sociali dei lavoratori di aeroporti e compagnie aeree, nello specifico quelli di Alitalia.

Sconcertato Frances Ouseley, direttore in Italia di easyJet, per il fatto che i suoi passeggeri debbano pagare per rimpolpare la cassa di altri vettori, ed esclude in maniera assoluta qualsiasi possibilità che il suo network si accolli questo onere. Inoltre, il fatto che la nuova misura abbia effetto retroattivo, e che quindi comprenderà anche i titoli di viaggio acquistati prima dell’1 gennaio, ha incontrato la ferma opposizione della compagnia.

 

Fonte:www.travelnostop.com/


2 dicembre 2015

EasyJet per iOS ha stretto una partnership con FlightRadar24, così da permettere il monitoraggio degli aerei in tempo reale direttamente all’interno dell’app. Introdotto anche il supporto a 3D Touch. Si scarica gratis da qui per iPhone.

ejet

Easyjet offre alla sua app iPhone costanti aggiornamenti, seguendo rapidamente le tecnologie Apple, ma non manca di migliorare le funzioni in linea generale, andando a cacci di partner e tecnologie utili ai clienti. È stata tra le prime app ad offrire supporto ad Apple Watch, mentre in queste ore la versione 3.3 guadagna una partnership con FlightRadar24, così da permettere il monitoraggio degli aerei in tempo reale direttamente all’interno dell’app easyJet.

Con il supporto a Flightradar, a partire da 3 ore prima del volo si potrà visualizzare l’esatta posizione del proprio aereo, avendo un idea precisa di dove si trova “geograficamente”. Inoltre, anche amici e parenti potranno monitorare il volo mentre si è in viaggio, fino ad arrivo a destinazione. Prima di aggiornare, però, è bene sapere che durante l’aggiornamento l’applicativo eliminerà le carte d’ imbarco già presenti nell’app. È sufficiente, però, connettersi di nuovo al servizio e riscaricare le carte di imbarco in qualsiasi momento. In ogni caso, si tratta di una procedura che vale certamente la pena sostenere.

L’applicativo, però, non si limita al nuovo servizio di Flight Tracker in tempo reale, ma aggiunge anche il supporto ai nuovi smartphone di Apple. Ed infatti, l’app implementa adesso nuove azioni 3D Touch per i possessori di iPhone 6s o iPhone 6s Plus, grazie alle quali è possibile passare rapidamente a Prenota volo, I miei voli, Carte di imbarco e Flight Tracker premendo con forza sull’icona easyJet all’esterno dell’app. Anche l’app modalità offline risulta migliorata; difatti, la nuova versione rendere gran parte dell’applicativo disponibile senza una connessione Internet, così da non dover navigare in roaming quando ci si trova all’estero.

Come accennato, già in passato l’applicativo si era dimostrato pronto ad accogliere le aspettative dell’utente, con il supporto ad Apple Watch, che offre al polso informazioni sul volo e la visualizzazione in tempo reale delle informazioni relative al viaggio. Inoltre, già da tempo l’app è in grado di guidare il passeggero dall’arrivo all’aeroporto di partenza, fino all’uscita dell’aeroporto di arrivo: un ottimo compagno di viaggio, insomma.

L’app Easyjet è già disponibile gratis in App Store, solo per iPhone.

 

Fonte:www.macitynet.it/


16 novembre 2013

Easyjet pronta ad abilitare tutta la flotta entro un anno!

Tolosa, (TMNews) – Questo piccolo e semplice sensore è in grado di identificare la densità di cenere che si creerebbe in cielo in caso di eruzioni vulcaniche come avvenne nel 2010 in Islanda che bloccò i cieli europei per una settimana.Grazie alla Tecnologia Avoid, che utilizza una telecamera a raggi infrarossi passivi per individuare le nubi già a 100 Km di distanza consentendo agli aerei di cambiare rotta senza danni, la compagnia aerea Easyjet – che ha deciso di adottarla – è ora in grado di volare anche in caso di nubi di cenere.Una equipe specialista, con la collaborazione di Airbus e Nicarnica Aviation, ha testato con successo il sensore Avoid, e ha annunciato la riuscita dell’esperimento in una conferenza stampa a Tolosa.Reginald Otten, capo relazioni esterne di Easyjet:”Grazie a questa tecnologia Easyjet sarà in grado di volare anche di fronte a una situazione di crisi e di pericolo come di fronte a grosse nubi di cenere”.Per testare la tecnologia, dunque, è stata creata una nube di cenere artificiale: un Airbus A400M ha disperso una tonnellata di cenere, la stessa dell’Islanda del 2010. Un secondo Airbus, su cui è stata installata la tecnologia Avoid, ha volato nei pressi della nube, identificandola e misurandola.Prima di entrare in funzione, tuttavia, occorre l’autorizzazione dell’Agenzia europea per la sicurezza aerea.Fred Prata di Nicarnica è l’inventore del sensore:”Nei prossimi 12 mesi Easyjet ha in progetto di installare questo sistema nei suoi aerei, continuerà a testarli per essere sicura che funzioneranno al cento per cento e poi li metteranno in funzione entro la fine del 2014″.

Fonte:www.tmnews.it



La compagnia aerea low cost Easyjet comprerà da Airbus 135 nuovi aerei.

Dei nuovi velivoli, 100 saranno degli A320neo, aeromobili di nuova generazione, che verranno consegnati tra il 2017 e il 2022.

La fornitura, che rappresenta la conferma di una opzione d’acquisto già esistente, ha un valore economico pari a 8,9 miliardi di euro.

Airbus si è aggiudicata il contratto con Easyjet dopo una accanita competizione con Boeing, il suo concorrente diretto.

Airbus sottolinea che la commessa genererà 2500 posti di lavoro diretti e 7500 nell’indotto.

Easyjet è la seconda compagnia low cost al mondo per importanza. Nel 2012 ha trasportato oltre 10 milioni di passeggeri

GUARDA VIDEO 

http://it.euronews.com/2013/06/18/easyjet-fa-shopping-da-airbus-comprati-135-nuovi-aerei/

Fonte:http://it.euronews.co


SOCIAL NETWORKS

Seguici sui Social

Aeroclub Modena è presente sui maggiori canali Social. Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci. Sapremo rispondere puntualmente ad ogni vostra necessità.