sorvolo

25 ottobre 2015

Che spettacolo…!!!

20151024_113209 io

Non c’è altro da dire per questa giornata vissuta intensamente con Mirko Roberto e Loris a bordo dell’I-MODU, il Piper 28 dell’Aero Club di Modena.

20151024_155524

Tutto è iniziato alle 11,58 quando staccato da terra il piccolo monorotore abbiamo fatto rotta verso il fiume Po.

SAM_4905

Sorvolato in grande fiume abbiamo virato verso Vicenza per poi entrare nella vallata ai piedi dell’Altopiano di Asiago.

SAM_4925

20151024_125841

In vista della cittadina abbiamo virato verso nord, sorvolando i Laghi di Caldonazzo e Levico fino alla Valle dell’Adige. L’intera visuale davanti a noi era occupata dalla cornice Dolomitica.

SAM_4935
12000 piedi

20151024_131454 20151024_131323 20151024_131443

La visibilità era indescrivibile

20151024_124928

Sorvolato l’Aeroporto di Trento  abbiamo iniziato una lenta ma costante salita verso le Dolomiti del Brenta che abbiamo “circumnavigato” in senso orario sorvolando l’area circoscritta tra Pinzolo, Sant’Antonio Mavignola, Madonna di Campiglio, Malga Flavona, fino all’ Adamello Brenta per poi ridiscendere verso l’Aeroporto di Trento-Mattarello attraverso la Valle dell’Adige sorvolando Cavedago, Lavis e Gardarolo fino all’ingresso in sottovento per la pista 36 dell’Aeroporto Trentino.

SAM_4931

SAM_4939

Dopo l’atterraggio attorno alle 13,40 ci siamo seduti  al ristorante dell’Aeroporto dove abbiamo pranzato a base di Polenta con lardo,Speck, Galletto ,Carne Salada e Patate rosolate al burro, sotto un sole cocente.

20151024_141002 20151024_142300 20151024_141733 20151024_141440

Dopo un caffè ci siamo recati al Museo Caproni, in quale sorge in un ampio spazio all’interno del Terminal sotto l’Albergo.

 

Sempre meraviglioso ed interessante, con reperti aeronautici storici dall’incredibile valore.

SAM_4942

Dopo l’interessantissima visita siamo saliti in torre di controllo per pagare le tasse d’atterraggio, un autoscatto di gruppo accanto all’aereo  della serie “ricordiamoli così “ e via verso casa.

DCIM100MEDIA

Decollati attorno alle 15,55 sempre per la pista 36 ci siamo diretti verso nord  fino a Lavis per poi “infilarci” nella valle opposta, passando tra Torlago e la Paganella, lasciandoci sfilare a destra il Lago di Molveno.

20151024_131006

Da qui il Lago di Garda appariva completamente coperto da una foschia bassissima.

20151024_164156 20151024_164136

Abbiamo poi sorvolato Monte Coveno,Vezzano fino ai Laghi di Santa Massenza e Toblino, continuando fino al Lago di Cavedine arrivando così a Riva del Garda.

DCIM100MEDIA

DCIM100MEDIA

DCIM100MEDIA
Incontro ravvicinato sotto al “Baldo”con una coppia di parapendio

Abbiamo costeggiato la riva veneta del lago passando su Malcesine Brenzone e Garda poi giù giù fino alla lingua di terra sulla quale sorge il Castello di Sirmione.

20151024_164340 20151024_164430 20151024_165029

Con tuffo nel grigio ambrato del tramonto nella  “foschiaccia” padana siamo arrivati a Modena alle 17,30

SAM_4964

Quando capitano giornate così, l’unica cosa da fare è godersele appieno”fino all’ultima goccia”…

 

GUARDA VIDEO

www.youreporter.it/video_Modena_Trento

www.youreporter.it/video_Modena_Trento_2

P.G.


18 ottobre 2015

La Bulgaria ha negato oggi il sorvolo del suo territorio nazionale a un aereo russo diretto in Siria: lo ha annunciato il ministero degli Affari esteri.

mig29

La decisione è giunta perché “il termine legale di preavviso di cinque giorni non è stato rispettato dalla parte russa”, ha spiegato la portavoce del ministero, Betina Joteva.

L’aereo, secondo alcuni documenti presentati dalla Russia, avrebbe dovuto trasportare “aiuti umanitari”. E il termine di preavviso – ha sottolineato Joteva – è previsto proprio “per consentire verifiche”.

La Russia è impegnata militarmente in Siria da fine settembre a sostegno del presidente Bashar al Assad.

La Bulgaria aveva già rifiutato, all’inizio del mese scorso, il permesso di sorvolo aereo a un numero non precisato di velivoli russi.

Fonte: www.contattonews.it


30 agosto 2015

warner_aerocraft004009

29 Agosto 2k15

Nel primo pomeriggio la pista dell’Aeroporto di Marzaglia è stata sorvolata dallo stupendo Warner Aerocraft Revolution II I-ATOB (c/n F.V.01) ai cui comandi sedeva il nostro amico Paolo Cavazzuti, figlio”aviatoriamente parlando” anche lui della Scuola di Volo dell’Aero Club di Modena.

SAM_4400 SAM_4401

Questo meraviglioso “autocostruito” nasce dalle sapienti mani di Vincenzo Flori, meglio noto come “TIDE”, pilota sassolese che nel 2014 ha terminato di costruire questo velivolo biposto ispirato agli addestratori anni 30

Sul cupolino posteriore, dietro la schiena del pilota, sulla parte sinistra della fusoliera campeggia questa scritta autogtrafa:

atob1

Che non mi manchi mai il rumore dei quattro cilindri

di un elica di legno,e il vento nei capelli

Tide


atob2

GUARDA VIDEO

www.youreporter.it/video_Simpatico_fuoriprogramma_all_Aeroclub_di_Modena

P.G.


25 agosto 2015

Giornata aeromodellistica con sorpresa, quella di oggi all’Aero Club di Modena.

Dominata in gran parte dalle bizze dl meteo la giornata di oggi si è articolata in due momenti fondamentali.
Tre se ci mettiamo l’ottima mangiata di gruppo da Anna e Cristina all’Ostaria Gente dell’Aria

SAM_4253
Al mattino come di consueto la parola al volo a vela ed ai modelli a tradizionali ad elica.
Abbiamo visto volare la riproduzione del drone (aeromobile a pilotaggio remoto da ricognizione ed attacco) General Atomics MQ-9 “Reaper” usato dall’U.S AIR FORCE tra l’altro anche in Afghanistan.

SAM_4238
Ha volato poi l’Tangent Alpina 4001, un aliante veleggiatore molto fluido ed elegante.
Entrambi i modelli sono stati portati dal nostro amico Francesco “Franz”Pedrazzi.

SAM_4245Verso mezzogiorno arrivato Vando Grazioli, reduce dall’incidente occorso al suo meraviglioso Sukhoy Su-22 ”Fitter H”, il quale non perdendosi d’animo (ci ha poi confessato di essere ancora piuttosto in…zato come una bestia) ha volato con l’altro suo prodotto, il bellissimo caccia sovietico Tupolev TU-28\128 “Fiddler” col quale si è esibito alcune volte nella giornata, fortunatamente senza alcun problema.
SAM_4255 SAM_4258 SAM_4262
Poco dopo è arrivata la “banda dei mattacchioni di Verona” capeggiata dal buon Isacco.
Dpop aver mangiato i “veronesi” esibito con alcuni modelli tra i quali un bellissimo Storm Jet con una stupenda ed elegantissima ala a delta ed uno Spark

SAM_4268
” IL CLAN DEI VERONESI… 🙂 “

SAM_4264 SAM_4285 SAM_4284
Tra un’aeromodello e l’altro un Tornado IDS dell’Aeronautica Militare sfreccia a bassissima quota a poca distanza dalla pista dell’Aeroporto di Marzaglia, una sorpresa molto piacevole ed in un certo senso tema con la giornata.

SAM_4277
“Purtroppo” come si diceva sopra il meteo l’ha fatta un po’ da padrone, passando da momenti di cielo sereno a coperture parziali fino ad improvvisi scrosci di brevissima durata ma tutto si è svolto in allegria come sempre

GUARDA VIDEO

www.youreporter.it/video_Giornata_aeromodellistica_con_sorpresa

www.youreporter.it/video_Giornata_aeromodellistica_con_sorpresa_2

P.G.


6 agosto 2015

Sorvolo quasi in formazione per due giganti del cielo.

b

Si tratta infatti del volo Corsairfly SS911/CRL911 San Denis Parigi Orly operato da un Boeing 747-422 F-HSUN (c\n 26880)che ha sorvolato la città emiliana alla quota di 37975 piedi ad una velocità di 464 nodi.
880

Leggermente più a nord il volo Qatar Airways QR41/QTR41 Doha Parigi Charles De Gaulle operato un mastodontico Airbus-A380-861 A7-APE (c\n 181)ad una quota di 40000 piedi con una velocità di 462 nodi

861

 

 

P.G.


21 giugno 2015

Tanta gente per l’ultimo saluto a Vicenzo Baroni, imprenditore reggiano precipitato con il suo elicottero. La scuola di volo Top Gun è passata con quattro velivoli durante il corteo

baroni7  
baroni5
CAVRIAGO  Un volo verso il cielo, lo stesso cielo che Vincenzo Baroni aveva guardato da vicino durante le tante ore alla cloche di aerei ed elicotteri che erano da sempre la sua passione. Per tributare l’ultimo saluto al compagno di volo, i piloti della scuola Top Gun di Reggio Emilia hanno incrociato il corteo con il quale la famiglia e gli amici di Baroni hanno celebrato il funeralebaroni4 

LEGGI ANCHE: Il tragico incidente a Vedriano

baroni3

Un rito celebrato a Cavriago in memoria dell’imprenditore, 58 anni, che ha perso la vita dopo essere precipitato giovedì sera con l’elicottero a Vedriano, nel comune di Canossa.

baroni1

baroni2

 

Un incidente che ha lasciato sgomenti molti reggiani, coloro che lo aveva frequentato nella vita lavorativa e quanti lo avevano amato nella vita privata, alla quale aveva affiancato gli aerei, diventato poi cofondatore della Top Gun, scuola di riferimento nel nord Italia.

baroni6

Dalla camera ardente di Covioli il corteo aperto dalla moglie Lorena Davoli e dai figli Paolo, Andrea e Federica ha poi proseguito verso la chiesa di San Terenziano a Cavriago, dove abita la famiglia, sostenuta da decine di persone che si sono strette in un abbraccio corale per salutare Vincenzo

 

Ciao Vincenzo

Fonte: http://gazzettadireggio.gelocal.it/

 


SOCIAL NETWORKS

Seguici sui Social

Aeroclub Modena è presente sui maggiori canali Social. Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci. Sapremo rispondere puntualmente ad ogni vostra necessità.